Le 7 montagne russe da record

Le montagne russe sono una delle attrazioni più importanti dei parchi a tema e di divertimento in genere. La loro costruzione richiede grande professionalità e l’ingegneria più avveniristica.

Tutto ciò al fine di costruire le strutture più tortuose e che abbiano qualcosa in più rispetto alle altre, magari battendo un record in altezza, velocità od altro. Perché il popolo e i fans dei roller coaster in genere è molto esigente e cerca sempre nuove emozioni.

I record delle montagne russe

Qui di seguito vi presentiamo sette montagne russe da record provenienti da tutto il mondo:

La più veloce 

Il più grande parco divertimenti al coperto del mondo, il Ferrari World ad Abu Dhabi, è sede di Formula Rossa, la montagna russa più veloce del mondo.

L’attrazione ispirata alle corse di Formula Uno, utilizza un sistema di lancio idraulico per lanciare i vagoni ad una velocità che passa da 0 a 240 km/h in cinque secondi. Un’accelerazione superiore anche alle più moderne vetture sportive.

È obbligatorio indossare un paio di occhiali per proteggere il volto dalla forza dell’aria e dagli insetti, polvere e altre particelle sospese nell’aria, che potrebbero essere pericolose a tali velocità.

La più alta 

Prima che Formula Rossa guadagnasse il titolo di montagna russa più veloce, il roller coaster Kingda Ka era il più veloce ed il più alto.

Tuttavia, anche se non è più il più veloce, Kingda Ka resta il più alto, grazie alla sua enorme torre principale alta 139 m.

Situato nel parco di divertimenti Six Flags Great Adventure a Jackson nel New Jersey (Stati Uniti), raggiunge una velocità di 206 km/h.

La più lunga 

Le due precedenti montagne russe offrono emozioni forti, ma sono esperienze relativamente brevi. A differenza di queste, il Steel Dragon 2000 in Giappone, detiene il titolo di montagna russa più lunga del mondo, con un tracciato di 2.479 metri e una durata di ben quattro minuti.

Sono state anche le montagne russe più costose. Dato che si collocano in una zona sismica, il costo per la loro costruzione ha raggiunto i 50 milioni di dollari.

La più ripida 

Le fasi più emozionanti di una corsa su un ottovolante sono le ripide discese, quando lo stomaco sembra schiacciarsi e il corpo rilascia un forte dose di adrenalina.

Le montagne russe con la pendenza più ripida del mondo sono le Takabisha nel parco divertimenti Fuji-Q Highland in Giappone.

La discesa ha un’angolazione di 121 gradi, bel oltre i 90° di una discesa perpendicolare ed è la parte più emozionante dell’intera corsa.

Grazie alla sua pendenza, Takabisha si è conquistato il record mondiale già dalla sua apertura, nel luglio 2011, e tale record lo detiene ancora oggi.

Il giro della morte più alto

Altre montagne russe che detengono un record sono le Full Throttle, che si trovano nel parco divertimenti Six Flags Magic Mountain di Valencia in California. Tali montagne russe vantano il giro della morte più alto del mondo, a ben 49 metri di altezza.

Il numero più alto di inversioni 

È Smiler la montagna russa che detiene il record per il maggior numero di inversioni, con ben 14 giri della morte. Tale grande quantità di inversioni richiede una struttura complessa per sostenere le forze in gioco.

Tuttavia, essendo una struttura complessa è anche incline ai malfunzionamenti. Ed è probabilmente questo il motivo per cui la Smiler ha avuto un allarmante numero di incidenti. A causa di questo, la Smiler rimane chiusa da lungo tempo, senza una data certa di apertura.

La migliore in assoluto 

Mentre queste elencate fino ad esso presentavano un’eccellenza nelle varie caratteristiche come velocità, altezza, lunghezza, …, nessuna di loro rappresenta la migliore in assoluto.

Questo onore appartiene al Millennium Force del parco Cedar Point in Ohio (Stati Uniti), che dal suo debutto si è sempre classificato ai vertici della classifica come il migliore roller coaster in acciaio del mondo.



Kingda Ka, l'ottovolonte piu alto del mondo, tra le 7 montagne russe da record

Kingda Ka, l’ottovolonte piu alto del mondo, tra le 7 montagne russe da record

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *